Università di Modena e Reggio Emilia

Logo della facoltà di Giurisprudenza
 
Ricerca



News

ADEMPIMENTI DOTTORANDI

IMPORTANTE PER TUTTI I DOTTORANDI

LEZIONI SEMINARIALI 2016

Sospensione lezioni di mercoledì 25 maggio 2016

Didattica comune 2016

Calendario

Didattica di settore 2016/2017

Calendario

In evidenza:

Ti trovi qui: Home

LA CULTURA GIURIDICA EUROPEA DELL'IMPRESA E DELLE ISTITUZIONI

Picture - Aula H
Aula H


Il dottorato di ricerca è il III livello di studi universitari, dopo la laurea triennale e la laurea specialistica o quella magistrale. Ad esso si accede per concorso e mira alla formazione attraverso la ricerca.
La Scuola di Dottorato in Scienze Giuridiche "La cultura giuridica europea dell'impresa e delle istituzioni" è stata approvata nel giugno 2007 per il ciclo XXIII e rappresenta la diretta prosecuzione del Corso di Dottorato in Scienze Giuridiche, attivato nel XXII ciclo. Pertanto è la più recente tra le scuole di dottorato istituite presso l'Università di Modena e Reggio Emilia.
La Scuola è organizzata dal Dipartimento di Giurisprudenza ed attualmente coinvolge anche il Dipartimento di Economia aziendale dell'Università di Modena e Reggio Emilia.

Improntata allo spirito di ricerca interdisciplinare e ad una formazione di respiro internazionale, la Scuola si prefigge l’obiettivo di fornire ai propri allievi strumenti giuridici di livello avanzato e mezzi conoscitivi idonei all’approfondimento ed alla ricerca, stimolandone la capacità di elaborare un ragionamento giuridico che tenga conto delle problematicità ad esso sottese ed incentivando la produzione di soluzioni originali.
Tali obiettivi vengono perseguiti attraverso la programmazione di un’attività di didattica annuale connotata da cicli strutturati di carattere multidisciplinare, nonché da eventi e incontri seminariali afferenti ai diversi settori disciplinari coinvolti nella Scuola stessa. Al fine di promuovere la ricerca attraverso un approccio sovranazionale, la Scuola incentiva e favorisce le relazioni internazionali, predisponendo incontri, relazioni e scambi con docenti stranieri, nonché prevedendo periodi di studio all’estero dei propri allievi.


Per quanto concerne l’attività didattica, il curriculum in Scienze giuridiche predisposto dalla Scuola prevede l’organizzazione di un’offerta formativa volta ad approfondire, in linea di principio, le seguenti aree tematiche: “Pluralismo di ordinamenti e scienza giuridica”, “Impresa e contratti”, “Diritti pubblici e giurisdizioni transnazionali”.

In particolare, l'area Pluralismo di ordinamenti e scienza giuridica focalizza dal punto di vista storico, comparatistico e filosofico, il fenomeno della pluralità di ordinamenti, considerati nei caratteri peculiari e nelle reciproche interrelazioni, al fine di meglio comprendere assetto e tensioni del presente giuridico di dimensione transnazionale e di individuare possibili percorsi operativi. L'esperienza giuridica romana preclassica e classica presenta un paradigmatico modello di pluralità di ordinamenti. Lo studio storico-comparatistico permette di valutare criticamente peculiarità e divergenze presenti nei sistemi giuridici contemporanei. L'indagine filosofica tematizza gli aspetti problematici relativi sia alla conformità del comportamento al diritto, sia l'applicazione normativa in ambito pluralista.

L'ambito attinente a Impresa e contratti, sviluppato principalmente dagli insegnamenti di diritto privato, commerciale, del lavoro e processuale civile si pone come momento di approfondimento scientifico delle principali tematiche ed istituti afferenti al mondo delle relazioni socio-economiche ed, in particolare, ai fenomeni dell'impresa, delle attività produttive, delle relazioni commerciali e finanziarie, dei rapporti di lavoro e delle relazioni industriali, non solamente in un'ottica privatistica commerciale o lavoristica, ma anche con specifico riguardo al momento giurisdizionale e contenzioso. Le tematiche riguardano essenzialmente profili relativi al diritto privato patrimoniale (obbligazioni, contratti, responsabilità civile), al diritto commerciale d'impresa ("nuovo" diritto societario, diritto dei mercati finanziari, diritto della concorrenza, internazionalizzazione delle imprese), al diritto bancario ed al diritto del lavoro e sindacale. Un'attenzione particolare viene dedicata, pertanto, agli istituti volti a disciplinare l'esercizio dell'impresa, specie quella in forma societaria, comprendendone i profili relativi all'attività, al momento organizzativo, patrimoniale e finanziario, agli strumenti di azione contrattuali e non contrattuali, nonché alle principali tematiche giurisdizionali in materia contrattuale tra diritto nazionale, internazionale e comunitario, insieme allo studio dell'arbitrato nazionale ed internazionale.

Nell'ambito Diritti pubblici e giurisdizioni transanzionali viene invece curata l'analisi dei profili giuridici delle istituzioni e delle fonti (in primo luogo pubbliche, ma anche private), nonché il momento giurisdizionale e sanzionatorio della tutela dei diritti fondamentali, perché la dimensione istituzionale del diritto conferisce spessore politico e storico alla disciplina e la collega direttamente con il quadro ordinamentale e delle sanzioni. Che si tratti delle giurisdizioni internazionali, della Corte di Giustizia UE, della Corte Europea dei diritti dell'uomo o della Corte penale internazionale, ovvero dell'organizzazione della giustizia costituzionale e di quella ordinaria, del ruolo del precedente nel sistema delle fonti e quant'altro, il sistema dei diritti fondamentali, dei diritti dei privati, delle fonti comunitarie e delle norme incriminatici trova oggi nel raccordo fra giurisdizione nazionale, comunitaria e processo di internazionalizzazione un momento qualificante: ciò che si inserisce in un processo di "integrazione giuridica" (Reschtsintegration, intégration Juridique, legal integration, integración jurídica), intesa come integrazione fra ordinamenti giuridici quale condizione necessaria per la realizzazione politica e socio-culturale dell'Europa.


La didattica riconducibile a ciascuna area (pubblicistica, privatistica e storico-comparatista) oltre a curare la formazione più specialistica delle proprie materie curricolari, si orienta a indagare i profili sopra citati anche con un approccio trasversale rispetto alle altre materie.

Temi di ricerca

I temi di ricerca dovranno essere coerenti con i settori disciplinari afferenti alla Scuola e potranno riguardare sia questioni che concernono specificamente una singola materia, sia problematiche che intersecano, in modo interdisciplinare, più aree.


La didattica della Scuola è garantita, per la maggior parte, dal personale del Dipartimento di Giurisprudenza, il quale collabora anche all'organizzazione del programma del corso di dottorato.

 
 
Scuola di Dottorato di Ricerca in Scienze Giuridiche - Via San Geminiano 3, 41121 Modena
Telefono Segreteria: +39 059 205 8208 - Fax Segreteria: +39 059 205 8243

© 2017 Unimore - Servizi Web - Privacy - Contatti | Crediti